IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ­(IMU)

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ­(IMU)

Secondo quanto previsto dalla Legge n. 147 del 27.12.2013, con decorrenza 1.1.2014 è stata istituita l’Imposta Unica Comunale (IUC) formata dalle componenti IMU, TASI e TARI.

L’IMU (Imposta Municipale Propria) non si applica all'abitazione principale e alle sue pertinenze (ovvero un immobile di categoria catastale C6, uno C2 e uno C7), a meno che non si tratti di un immobile classificato nelle categorie catastali A1, A8 e A9. L’imposta è quindi dovuta dai proprietari (o titolari di un diritto reale) degli altri immobili (seconde case, uffici, negozi, laboratori, box e depositi non di pertinenza, ecc.), delle aree edificabili e dei terreni agricoli. Non è dovuta sui fabbricati rurali strumentali.

A partire dall'anno 2016 è stata introdotta una nuova riduzione, pari al 50% della base imponibile, per gli immobili ceduti in comodato gratuito a parenti in linea retta entro il primo grado (genitori/figli). Per beneficiare della riduzione, tuttavia, è necessario rispettare tutti i requisiti richiesti dalla normativa ed elencati nell'informativa in calce. E' necessario inoltre presentare un'apposita dichiarazione che può essere redatta mediante l'allegato modulo prestampato oppure mediante il modello di dichiarazione ministeriale. In assenza di variazioni la dichiarazione è valida anche per le annualità successive e non deve essere ripresentata. Coloro che rispettano i requisiti richiesti dalla nuova normativa, oltre alla riduzione del 50% della base imponibile, hanno diritto anche all'applicazione dell'aliquota ridotta al 5 per mille stabilita dalla deliberazione comunale.

Sempre a partire dall'anno 2016 è riconosciuta una riduzione pari al 25% dell'imposta dovuta per gli immobili locati a canone concordato ai sensi dell'art. 2 comma 3 della Legge n. 431/1998. Anche in questo caso è necessaria la presentazione di un'apposita dichiarazione utilizzando il modulo allegato.

Il versamento in acconto o in unica soluzione dovrà essere effettuato entro il 16/06/2017, mentre quello a saldo entro il 18/12/2017. In entrambi i casi occorre utilizzare il modello F24, da presentare per il pagamento presso un qualsiasi ufficio postale o sportello bancario, oppure on line accedendo all'home banking del proprio istituto di credito.

Le aliquote per l'anno 2017 - consultabili in allegato - sono state definite con deliberazione n. 114 del 21/12/2016 e sono rimaste invariate rispetto al 2016.

Tra gli allegati è anche possibile consultare il Regolamento applicativo della IUC ed il Regolamento generale per la riscossione ordinaria dei tributi comunali, entrambi approvati con deliberazione n. 29 del 31/03/2016.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi allo sportello Gesem negli orari di apertura, oppure telefonare al numero 02/93790037 o scrivere all’indirizzo mail tributi@gesem.it

GeSeM - Gestione Servizi Municipali Nord Milano Srl - Sede Legale Piazza V Giornate, 20 - 20020 Arese (MI)
Iscrizione Registro imprese: R.R.A. n. 1699422 - Capitale sociale € 92.700,00 - PEC: gesem@legalmail.it - P.IVA 03749850966

window.cookieconsent_options = {"message":"Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione","dismiss":"OK!","learnMore":"Piu' informazioni","link":"http://www.gesem.it/cookie-policy?lang=it","theme":"dark-top"};